Il tuo browser non supporta JavaScript!

In mostra ad Andreis (PO) il Cocco Bill di Luca Salvagno

“Per me il fumetto è l’arte più spontanea e comprensibile che esista, è un’arte per tutti”, dice Luca Salvagno, fumettista di lungo corso, classe 1962, che rappresenta da anni l’erede del grande Benito Jacovitti nel raccontare uno dei personaggi maggiormente conosciuti e rappresentativi del fumetto italiano: Cocco Bill.

Da alcuni anni il pistolero che beve soltanto camomilla per calmare i bollenti spiriti non faceva più parlare di sé dopo aver accompagnato generazioni di lettori sia sulle pagine di riviste come il Giornalino che nelle serie tv animate. L’associazione Màcheri ha ora colto l'occasione dei 60 anni del personaggio - che da fine agosto godranno di una ristampa integrale in edicola per Hachette - per allestire una mostra di disegni originali di Luca Salvagno su Cocco Bill.

Questa mostra si colloca nel filone narrativo di Fare West all’italiana, uno stile che definisce l’insieme di personaggi dell’epopea dei Cow Boy nel fumetto italiano, che vanno da Tex,al Comandante Mark , da Larry Yuma a Magico Vento, solo per citarne alcuni.

Fedeli a una scelta di legare il fumetto alla montagna, anche i disegni in mostra presso l’Archivio del Fumetto d’Alta Quota "Paolo Cossi" ad Andreis (PO) avranno come caratterizzazione cime, picchi, torrenti e... gli immancabili salami!

Qui maggiori dettagli!



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.